iPhone 7, quanto costa ad Apple produrlo?

iPhone 7 e iPhone 7 Plus sono arrivati sul mercato solamente da pochi giorni, ma la nuova gamma dei telefoni Apple è già finita al centro di tutte le prove possibili in fatto di performance e resistenza.

E tra i tanti “esperimenti” effettuati, non è potuto di certo mancare il teardown, un procedimento che consiste nell’aprire il telefono per dare un’occhiata ai componenti montati al suo interno.

Approfittando di questa analisi approfondita, il team editoriale di CNN Money non si è soltanto limitato a guardare i componenti interni all’iPhone 7, ma prendendoli uno ad uno ha anche indagato su quelli che sono i rispettivi costi.

Da questo lavoro di approfondimento ne è venuto fuori che la scheda logica montata nei nuovi iPhone ha un costo di 74 dollari, il display di 37 dollari, le fotocamere di 26 dollari, la scocca di 22, lo speaker di 11.50, la batteria di 4 e tutto il resto della componentistica, nel suo complesso, di 117.50 dollari. Sommando tutti questi componenti viene fuori quella che è la spesa sostenuta da Apple per la realizzazione fisica dei suoi telefoni: iPhone 7 da 128GB ha un costo di produzione pari a 292 dollari (il 39% del prezzo di vendita, che è di 749 dollari negli Usa e di 909 euro in Italia).

iPhone 7 è ufficiale: ecco il nuovo top di gamma AppleMa come mai allora all’utente l’iPhone 7 costa molto di più? Perché questa sorta di “lista della spesa” dei componenti interni è un indicatore assai parziale di quanto Apple sostiene per la realizzazione dei suoi ultimi top di gamma, visto e considerato che poi c’è da pagare qualcuno che quei pezzi li assembli.

Per non parlare poi del fatto che in fase di progettazione ci sono spese legate alla ricerca e allo sviluppo; mentre a progettazione finita bisogna investire invece su un altro tipo di spesa che è quella legata al marketing.

Alberto Mengora